Scena 3 – Un pistolero metropolitano

Parco di Monte Mario – Esterno/Giorno

Musica militare.
Eddi cammina, spalle alla mdp, lungo un viottolo. Di fronte a lui, tra i cespugli, si intravede la cupola di San Pietro. Tiene le mani vicine alle tasche dei suoi jeans alla maniera dei pistoleri. Quindi estrae con destrezza i suoi due smartphone dalle tasche. Attiva la funzione video e riprende con cura il selciato e il muretto.
EDDI (VO)
Io non voglio vedere il cupolone di San Pietro ma cerco sfumature, dettagli, insomma cose non viste o dimenticate.
E poi ci sono le persone, non è vero che siamo un popolo di intervistati, c’è ancora tutto da chiedere e da raccontare, bisogna solo trovare le persone giuste e farle parlare senza porre domande inutili.
Eddi raccoglie e si mette in spalla il suo cavalletto/fucile che trova appeso ad una staccionata.
EDDI (VO)
Poi ci sono le persone, non è vero che siamo un popolo di intervistati, c’è ancora tutto da chiedere e da raccontare, bisogna solo trovare le persone giuste e farle parlare senza porre domande inutili.
E mentre il sole giugne al tramonto, Eddi vede, compostamente seduta su una sedia scolpita nel tronco di un albero, una ragazza, che lo saluta con cortesia. Lui senza dir nulla le si avvicina e monta davanti a lei il suo cavalletto, attaccandoci sopra lo smartphone.
LAURA
Ciao, sono un architetto, posso aiutarti nella tua ricerca. Lo sai che siamo nel posto più alto di Roma, a 139 metri. Che poi è Monte Mario, da quel Mario Mellini che ha dato il nome alla villa qui alle spalle che adesso è l’osservatorio astronomico.
Le immagini di una torretta di mattoni.
LAURA (VOICE OVER)
Bene a te l’osservatorio interessa poco, quella che invece t’interessa è la torre del meridiano di Monte Mario, che per tanti anni ha rappresentato la longitudine zero, sostituendo la croce di San Pietro. Insomma dal 1872 tutte le carte topografiche italiane hanno avuto come meridiano di riferimento quello di Monte Mario, che da quel momento venne ribattezzato Primo Meridiano d’Italia.
Movimento in avvicinamento alla Torre del meridiano di Monte Mario.
EDDI
Ecco la torre di cui mi ha parlato l’architetto. Ma è prigioniera di un’area militare…. mi fa tenerezza questa piccola torre … senza di lei oggi non avremmo il GPS, il sistema di posizionamento globale.

Valuta e condividi:

Potresti voler usare questi caratteri e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.